Architettura: Premio italiano a MoDusArchitects

MoDusArchitects: vincitore del Premio italiano di Architettura 2022

MoDusArchitects, studio di Bressanone fondato da Matteo Scagnol e Sandy Attia, il 14 giugno ha avuto il premio per "il miglior edificio realizzato negli ultimi 3 anni" per la ristrutturazione e l'ampliamento di Accademia Cusanus, il primo edificio moderno inserito sotto la tutela dei beni architettonici ed artistici della Provincia di Bolzano.
L’Accademia Cusanus comprende oggi l’edificio principale, la casa “Paul Norz” e la “Mühlhaus”. Tutti e tre gli edifici sono stati completamente rinnovati e sono stati collegati grazie a una serie di corridoi interrati. Sono state, inoltre, abbattute tutte le barriere architettoniche. Grazie alla ridistribuzione degli spazi, oggi l’ingresso è più ampio e luminoso. La reception e la sala sa pranzo sono state ampliate. Nell’atrio d’ingresso è stato creato il nuovo Cusanus.Café, un bar aperto non solo agli ospiti della Cusanus, ma anche all’intera città di Bressanone. Ai diversi piani della struttura è possibile accedere attraverso le scale o con il nuovo ascensore. Sono stati rinnovati tutti gli impianti tecnici e, valorizzando lo spazio sotto il cortile interno, è stato possibile ricavare nuove sale per ospitare incontri e seminari.
Matteo Scagnol e Sandy Attia

Disegnata dell’architetto Othmar Barth (1927-2010), l’Accademia Cusanus è un eccellente esempio di funzionalismo, stile architettonico molto diffuso negli anni Sessanta. L’edificio ha un valore storico-artistico ed è quindi posto sotto la tutela delle Belle Arti. Obiettivo principale, nella pianificazione nell’esecuzione dei lavori è stato quello di subordinare gli intereventi strutturali necessari all’architettura di Barth. Quando oggi i visitatori entrano nell’edificio principale possono riconoscere immediatamente lo stile originario della costruzione. Poco è cambiato nel carattere degli spazi interni. Sono stati mantenuti gli elementi tipici del funzionalismo, come la muratura in mattoni e il cemento a vista. Allo stesso tempo, però, gran parte della struttura ha dovuto essere restaurata. Dietro la muratura, dall’aspetto unitario, si nascondeva infatti in molti punti la cultura edilizia degli anni ’50, spesso tecnicamente inadeguata. 

Ulteriori informazioni qui

CUSANUS.NEWS

Formazione… da leggere

News

Addio a Peter Zelger

Per 25 anni Peter Zelger ha accompagnato lo sviluppo dell’Accademia Cusanus come rettore spirituale. Lo scorso 24 marzo si è spento allo Jesuheim di Cornaiano. Aveva 86 ...
News

Ritorno alle origini, modernità e uno sguardo all’Europa

Il centro di formazione diocesano è ora più luminoso, senza barriere architettoniche e interamente climatizzato. Per gli incontri sono ora disponibili dieci sale di diverse ...
NOVITÀ
Sempre aggiornati con la nostra newsletter
 
 
Abbonati