CAPPELLA "EDITH STEIN“

Dedicata alla patrona d'Europa

La cappella è stata realizzata da Lois Anvidalfarei di Badia: “Il mio primo pensiero è stato: non toccare nulla."
"Durante il lavoro, invece, ho percepito che la cappella stava raggiungendo una nuova armonia. Si è sviluppata in un luogo denso di energia, dove la liturgia può essere vissuta in serenità”, spiega lo scultore.
Edith Stein, nata nel 1891 a Breslavia, morta nel 1942 nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. La filosofa tedesca e attivista per i diritti delle donne di origine ebraica, nel 1922 diventò cattolica, nel 1933 carmelitana scalza e vittima dell´olocausto durante il nazismo. Fu beatificata da Papa Giovanni Paolo II nel 1987 e nel 1998 canonizzata. Edith Stein è protagonista nella conciliazione tra cristianesimo e ebraismo.
NOVITÀ
Sempre aggiornati con la nostra newsletter
 
 
Abbonati
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.